Diego Ulissi: “una vittoria a conferma del mio cambiamento”

Era una tappa segnata con cerchietto rosso, quella di oggi, per Diego Ulissi e per tutta la lampre merdia; nella riunione tecnica prima della partenza erano lui e Sacha Modolo i due atleti deputati a fare bene nella giornata odierna, un frazione di 227 km chepresentava un’altimetria tutta particolare: pianura nei primi 200 chilometri per puoi presentare un  continuo sali e scendi che sarebbe culiminato con il gpm di quarta categoria di forcella mostaccini.

In corsa la discesa è stata segnata dal tentativo di allungo di Nibali con Valverde e Chaves e dopo il loro riassorbimento è stato il turno della maglia rosa Bob Jungels accompagnato da Amador suo immediato inseguitore nella generale. E’ stato in quel momento che Ulissi e Modolo si sono parlati, entrambi rientrati sul gruppo durante la discesa hanno deciso di agire su due fronti: Diego avrebbe provato a ricucire sul tentativo della coppia di testa, Sacha invece avrebbe aspettato la voltata. La fortuna invece ha sorriso proprio al livornese che ritrovatosi sul rettilineo di arrivo in compagnia di Jungels e Amador non ha avuto particolari difficoltà a metterseli alle spalle. È la seconda vittoria al giro per il forte corridore della lampre, a suo dire la conferma di un cambiamento avuto nella sua vita che lo ha portato ad essere un corridore più maturo, tutto questo è stato possibile non  solo per la sua crescita per quanto riguarda l’età, ma soprattutto grazie all’intenso lavoro fatto durante l’inverno.

Diego ulissi può ritenersi soddisfatto di questo giro i cui ha conquistato ben due tappe come successe nel 2014, un anno particolarmente difficile per lui che è stato segnato da una brutta squalifica che preferisce dimenticare, ma che in realtà ha contribuito a cambiarlo profondamente. Nonostante la soddisfazione non ha però smesso di puntare in alto e già pensa alle prossime tappe in cui può fare bene. In realtà l’obbiettivo di Diego è un po’ più ampio e a lungo raggio, spera infatti di ricevere una chiamata dal commissario tecnico cassani per le Olimpiadi di Rio in cui vi è un percorso molto duro ma che, visto quanto ha dimostrato fino ad ora nella corsa rosa, potrebbe fare per lui. Manca però ancora tanto tempo per pensare alla gara olimpica, il toscano preferisce concentrarsi sulla tappa di domani in cui lui e la sua squadra proveranno a fare bis con Sacha Modolo.

mde
Giorgia Monguzzi
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...