C’è stato un risveglio….

“c’è stato un risveglio, lo hai percepito?” dice il leader supremo Snoke a Kylo Ren.  C’è un tremito nella Forza, quella grande energia che avvolge l’universo di Star Wars e che può essere padroneggiata solo dai sith e dai jedi. C’è qualcosa di misterioso che lega il nostro mondo, una forza imperscrutabile che unisce uomini e destini, una forza magica capace di avvolgere anche quelle terre a nord, non così tanto a settentrione per toccare gli estremi europei, che una volta all’anno , per un breve periodo si risvegliano. “il nord si è risvegliato” sembra annunciare qualcuno che pare avere le sembianze dell’uomo folle di Nietzsche che dotato di una lanterna comunica al mondo che Dio è morto.

Tutto avviene all’improvviso, come un’aurora boreale che attraversa i cieli artici; il Belgio e il nord est della Francia si risvegliano, i Paesi Bassi riprendono vita. C’è silenzio nell’aria, quasi a voler rendere idilliaco quel momento magico in cui tutto sembra ritornare come era stato lasciato l’anno prima: il Pavè con i suoi mattoncini irregolari, i muri con le loro rampe scoscese, le cote rimaste prive troppo presto dei tifosi. Si risveglia anche la foresta di Arenberg, la sovrana che con le sue file di alti alberi è già pronta a chiamare a gran voce le prossime vittime, la lava invisibile dell’inferno gorgoglia e si prepara a tendere trappole a sui sfidanti. Prende vita anche il Kwaremont , il gran sovrano di questo mondo meraviglioso, il suo terreno già attende coloro che verranno a dargli battaglia, li frenerà con tutta la sua forza, questo è sicuro. Da lontano arriva un richiamo, flebile ma ben distinguibile, le Ardenne iniziano ad intraprendere la loro rinascita, ma sembra troppo presto, non è ancora il loro momento. Ed ecco all’improvviso la parte più importante, più magica di questo risveglio: le strade si animano, la gente esce di casa come in un clima di festa, i muri vengono presi d’assalto, i settori di pavè vengono tappezzati di striscioni e di bandiere. Riprende vita un popolo che pareva essersi addormentato e che in un preciso momento dell’anno sprigiona tutta la sua forza. Girano le ruote sui pochi tratti di asfalto, gli atleti soffrono combattono con tutte le loro forze. Il risveglio ora pare completo .

I guerrieri sono pronti alla battaglia, Cavalieri Jedi o Signori dei  Sith che siano, dovranno controllare la Forza che si è spigionata. Abbiamo già avuto un piccolo assaggio del conflitto, ad Harelbeke è stato Michal Kwiatkowski a trionfare, un avversario giovane temibile che dopo la vittoria dell’anno passato a Walkenbutg  è pronto a imporre il suo dominio su tutto il nord. Alla Gent Wevelgem il traguardo si è invece tinto di arcobaleno grazie alla vittoria del campione del mondo Peter Sagan, un cliente pericoloso, molto abile su questi terreni ma ancora all’asciutto nel regno di Fiandre e Roubaix. Sono in tanti che si contenderanno la vittoria, molti invece che dovranno rinunciare come Degenkolb, vincitore della Parigi Roubaix dell’anno passato, costretto allo stop da un brutto incidente di inizio anno. Kristoff, il trionfatore dell’ultimo Fiandre ha già il coltello tra i denti, Van Avermaet che ha praticamente i  muri fuori casa mira a realizzare il sogno che aveva da bambino, i molti italiano quali Trentin e Pozzato che meditano il colpaccio e sperano di poter riportare dopo tanti anni la vittoria in Italia. Infine ci sono loro, Fabian Cancellara e Tom Boonen, i due veterani che insieme fanno ben 6 giri delle Fiandre e 7 Parigi-Roubaix, i due sfidanti per eccellenza che hanno a lungo emozionato con le loro battaglie a colpi di pedali. Questa volta la loro sfida avrà un tono più magico del solito, forse sarà l’ultima perché lo svizzero a fine stagione chiuderà la sua carriera, sarà l’ultima occasione per vederli l’uno accanto all’altro a combattere al nord, nella polvere, nel fango nella leggenda.

inferno 1.jpg

Vi è sempre più fremito nell’aria, “sbrigatevi, vi stiamo aspettando” sembrano mormorare i tratti di pavè, “venite a sfidarci” paiono sibilare i muri ancora spogli di tifosi. È ora di andare, è tempo di farsi pervadere dalla leggenda, dall’emozione e dalla magia. Tutto intorno si anima, manca solo la vera battaglia degli sfidanti per completare il risveglio.

Giorgia Monguzzi

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...