AL GIRO DI TURCHIA TRIONFO PER TAARAMAE, MA CHE ITALIA!!!

Terza tappa oggi al Giro di Turchia, la prima adatta agli scalatori che proverà a rivoltare la classifica dopo i due precedenti arrivi in volata. La corsa ha iniziato ad infiammarsi ai meno 13 km quando sono stati ripresi i 4 fuggitivi dal gruppo, davanti al quale l’astana mantenendo un ritmo abbastanza elevato ha fatto in modo che si staccassero molti velocisti. Alla guida del plotone si sono poi alternate varie squadre mentre poco alla volta esso si sfoltiva sempre di più, grande presenza italiana nelle prime posizioni, tra di essi anche Canola (bardiani) che prova ad avvantaggiarsi sugli altri con uno scatto ma quando mancano 9 km viene ripreso. Gli atleti diminuiscono sempre di più tanto che al comando non ve ne sono più di una ventina e con la successiva accelerata di un uomo Cofidis il numero cala ancora. Molto attivo nelle prime posizioni anche Davide Rebellin che più volte cerca di andare via. Ai meno 3km Dyachenko (astana) dopo aver fatto a lavorare la squadra nei chilometri precedenti ,prova ad anticipare, ma il suo tentativo, non andato a buon fine, è seguito immediatamente dallo scatto di Taaramae (codfidis) che in un attimo crea il vuoto dietro di sé. L’unico a resistergli e Yates che, nel tratto in cui le pendenze si fanno meno aspre lo raggiunge. I due vanno subito d’amore d’accordo tanto che in meno di un chilometro guadagnano 20” sul gruppo dal quale cercano di evadere alcuni uomini che si lanciano inutilmente al loro inseguimento. Si entra nell’ultimo chilometro: i due battistrada hanno ormai una trentina di secondi sul plotone che cerca, senza riuscirci, di recuperare, davanti si danno cambi regolari, ormai la vittoria se la giocano loro due. È Taaramae  a partire quando mancano 350 m al traguardo, Yates sembra ancora una volta resistergli , ma ad una successiva accelerata dell’estone deve desistere. Il corridore della Cofidis va così a vincere la terza tappa del giro di Turchia guadagnandosi anche il primato in classifica generale. Secondo al traguardo distanziato di 6” Adam Yates; la volata del gruppo che arriva a 38” è vinta da Hardy (cofidis) davanti a Kudus (MTN Qhubeka).Da segnalare la splendida quinta posizione per Davide Rebellin, la decima per Barbin e l’undicesima per Formolo.

Immagine

 

Giorgia Monguzzi

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...